Cappellani del lavoro di Genova2022-01-05T16:57:36+01:00

Attività

Per conoscere tutte le nostre attività, incontri, messe, vista la pagina attività

Il Tuo Contenuto Va Qui

Santa Barbara

Sabato 04 dicembre si è celebrata la S. Messa di Santa Barbara al cantiere del Terzo Valico presso la galleria di San Cipriano. Come da molti anni a questa parte ha officiato il cappellano del lavoro don Gian Piero Carzino che, con l’occasione, ha benedetto la statua di Santa Barbara patrona dei Vigili del fuoco e degli artificieri e minatori.
Al termine della S. Messa è stato abbattuto l’ultimo diaframma di roccia e due nuove gallerie sono state tra loro collegate con grande gioia dei partecipanti.

Messa natalizia presso la Fondazione CIF di Borzoli

l giorno 14 dicembre i cappellano del lavoro, don Stefano Colombelli, ha celebrato la S. Messa natalizia presso i la Fondazione CIF di Borzoli – un’eccellenza nell’ambito della formazione professionale nella nostra Città. 

News

 

RICORDO DI MONSIGNOR MACCHIAVELLO
“Il fuoco nella semplicità”

Ogni anno i Cappellani del Lavoro celebrano la S. Messa in occasione dell’anniversario della morte di Monsignor Luigi Macchiavello (1925-1976), successore di Monsignor Aurelio Torrazza (1912-1975) alla guida dell’ O.N.A.R.M.O., dal 1969 fino alla morte avvenuta il 31 gennaio 1976.
Così lo ricorda Monsignor Molinari nel 2001, a venticinque anni dalla scomparsa: “Di Monsignor Macchiavello rimane la testimonianza di una fedele e quotidiana dedizione alla Pastorale del Lavoro, di un sincero ed illimitato spirito di collaborazione con il proprio Vescovo… Larga parte dello stile che caratterizza la Fondazione A.R.M.O. trae origine dalla paziente opera di Mons. Macchiavello. Tutto fece nel silenzio, nell’umiltà, nella quotidiana presenza accompagnando e servendo l’A.R.M.O. in passaggi difficilissimi per la sua sopravvivenza….[leggi di più]

PAOLO RETI
L’Ingegnere antifascista 

E’ nato a Fiume il 24 febbraio 1900.
Laureato in ingegneria ha lavorato alcuni in Inghilterra. Rientrato a Fiume per aiutare il padre nell’azienda di famiglia,entrò per la prima volta in contatto con il Partito Popolare e con la realtà politica e sociale del movimento cattolico. Fu per lui un’esperienza decisiva alla quale sarebbe rimasto fedele per tutta la vita. 
Nel 1933 è assunto ai Cantieri Riuniti dell’Adriatico, nel 1939 si trasferisce a Genova, all’Ansaldo di cui diventa Direttore. Con la caduta di Mussolini, dopo il 25 luglio 1943 stringe subito rapporti con il movimento antifascista adoperandosi per la rinascita della Democrazia Cristiana, ma nello stesso tempo partecipa alla nascita delle “Commissioni Interne” elette democraticamente per la prima volta dagli stessi lavoratori…..[leggi di più]

 

Torna in cima