Lo stabilimento AeN nell’area a mare di Cornigliano, costruito nel 2017 per realizzare le grandi turbine GT36 destinate a partire via mare direttamente da Genova, e non più da Massa Carrara dove dovevano essere trasportate vie terra per poi venire imbarcate,  porterà il nome del Direttore del prestigioso Ansaldo Meccanico di Sampierdarena, che s’impegnò nella Resistenza e si sacrificò per la libertà.
La cerimonia di dedicazione dello stabilimento a Paolo Reti si è svolta il 22 aprile ed ha visto la partecipazione dell’arcivescovo Mons. Marco Tasca, oltre a quella del Cappellano del lavoro don Franco Molinari.  La celebrazione del 25 aprile in Ansaldo è una tradizione tra le più sentite a Genova. Vede impegnati nell’organizzazione l’azienda e l’Anpi e si svolge alla presenza delle maggiori Autorità cittadine.
La dedicazione di questo sito produttivo d’avanguardia a Paolo Reti è un riconoscimento dell’impegno  lavoratori dell’Ansaldo e genovesi, dai dirigenti ai tecnici e agli operai, alla lotta di Liberazione, impegno pagato con i terribili rastrellamenti e le deportazioni del  giugno 1944.